Maniaci dello smartphone? Attenti al doppio mento

maniaci_smartphone0Secondo una ricerca scientifica, stare troppo tempo con la testa abbassata sul cellulare indebolisce i muscoli, causando l’antiestetico problema

Sapete cos’è il “Tech Neck”? Probabilmente sarebbe meglio non cercarlo sullo smartphone, perché si potrebbe peggiorare la situazione. Si tratta del “doppio mento” accentuato proprio dal troppo tempo passato a fissare smartphone e tablet.

Invecchiare prima del tempo
Lo rivela una ricerca dei dermatologi di The London Clinic: la postura che si assume guardando i dispositivi potrebbe causare l’arrivo prematuro di rughe sul collo. La flessione frequente, infatti, porta a un rilassamento dei tessuti nell’area compresa tra la parte inferiore del viso e la linea delle clavicole, i cui segni visibili sono stati definiti appunto “tech-neck”. In particolare, starebbe aumentando del 60% il numero di ragazzi tra i 16 e i 34 anni che ne soffre.

maniaci_smartphone1Dalle app agli esercizi
Se il problema arriva dallo smartphone, la soluzione arriva dalla rete. Gli utenti Android possono infatti scaricare il “Text Neck”, ovvero l’app che con notifiche acustiche e vibrazioni fornisce un feedback in tempo reale sulla correttezza della propria postura. Ma ci sono diversi modi per prevenire il “tech-neck” e limitarne gli effetti, come regolare il monitor del computer al livello degli occhi, utilizzare un porta tablet, esercitare il collo e… bere acqua: i dischi della colonna vertebrale sono infatti costituiti principalmente d’acqua, e per mantenerli flessibili bisogna restare idratati. Del resto, si sa, camminare a testa bassa non è quasi mai un’idea efficace.

Condividi l'articolo