L’uso di computer, tablet e smartphone a tavola ha rivoluzionato l’alimentazione degli italiani

messagginoLe tecnologie e la vita frenetica hanno rivoluzionato il modo di mangiare degli italiani.

A lanciare l’allarme sono cuochi e nutrizionisti: causa eccessiva permanenza davanti a computer, tablet e smartphone le persone masticano sempre meno.

Soprattutto i giovani hanno perso l’abitudine a farlo, con conseguenze anche dannose sulla digestione, sul rendimento e sul livello di attenzione.

La tecnologia ha rivoluzionato le abitudini alimentari dei più giovani.
Mangiare di fretta e distratti “può portare inoltre ad un aumento di peso: si ingrassa perché, non masticando,
più non si ha il senso di pienezza, di appagamento, dunque si mangia per una forma compensativa con conseguenze sulla linea”.
Siamo diventati come gli americani: un pasto unico dal mattino alla sera.

Stando davanti al pc si ingoiano noccioline, caramelle che sono dure da masticare e ciò comporta un super lavoro prima dello stomaco, poi dell’intestino e quindi anche del fegato, con danni che non si vedono subito ma dopo un certo periodo”.

I venti minuti dedicati alla pausa pranzo dovrebbero essere una cosa intima e personale.

Nel mirino, dunque, lo stile di vita frenetico che ci porta a mangiare davanti al computer

Condividi l'articolo