A dieci anni ha già tre telefonini……

bambino-cellulareLe ultime notizie affermano che gli italiani, almeno 4 su 10 stanno dando l’addio al telefono fisso. Avrete notato come sempre più spesso le tariffe flat includano tutte le telefonate da e verso fissi, non sarà forse un caso……..?

Alcune ricerche affermano che il 20% dei bambini non ha un cellulare, se rovesciamo il dato vi farà più effetto pensare che l’80% lo ha e addirittura in diversi casi ne ha più di uno.

Alcune ricerche hanno rilevato che i genitori sono i maggiori responsabili di questa situazione, oltre ad un evidente bombardamento pubblicitario da parte dei media. Il telefonino rappresenta una sorta di prolungamento del cordone ombelicale, un sistema di controllo dei propri figli che dovrebbe sopperire alla mancanza in presenza.

Altro punto importante fondamentale risulta l’ignoranza nella gestione dei servizi del cellulare che permettono ai minori di accedere a servizi sicuramente pericolosi dal punto di vista sociale, il telefonino è vissuto come un indispensabile strumento di socializzazione e di inclusione sociale.

Sento parlare di una presunta competenza dei ragazzi e delle ragazze nell’uso delle nuove tecnologie ed in una diffusione così capillare lo sembrerebbe dimostrare, questo non è vero, in effetti l’uso del cellulare, di internet e dei vari applicativi si riduce nel semplice utilizzo di due strumenti SMS (acronimo dell’inglese: Short Message Service, servizio messaggi breve) e CHAT (in inglese, letteralmente, “Chiacchierata”).

Lo studio rivela ancora una volta la necessità di intervenire anche sui genitori per diffondere una cultura di responsabilità e conoscenza dell’uso dei sistemi di comunicazione, delle implicazioni che comportano nella crescita consapevole e responsabile dei propri figli.

Ancora una volta si fa molta confusione sull’utilizzo sulle nuove tecnologie e dei sistemi di comunicazione senza approfondirne le proprietà e le implicazioni culturali, economiche e sociali.

Condividi l'articolo